Donne che non provano desiderio sessuale
Sessuologia

Donne che non provano desiderio sessuale

Donne che non provano desiderio sessuale

Giuliana Proietti Articoli

Quando una donna ha un disturbo del desiderio e dell’interesse sessuale?

Quando prova:

  • scarse motivazioni a tentare di eccitarsi sessualmente;
  • una forte diminuzione di sensazioni di interesse o desiderio sessuale;
  • totale assenza di pensieri e fantasie sessuali;
  • non vi è desiderio “reattivo” alle avances del/della partner.

Cosa è il desiderio “reattivo”?

Il desiderio sessuale può essere di due tipi: spontaneo o reattivo.

Il tipo spontaneo nasce spontaneamente: è un improvviso e travolgente desiderio di sesso che sembra nascere apparentemente dal nulla. Molte donne non provano questo tipo di desiderio nell’età adulta, specie se sono da lungo tempo in coppia con lo stesso partner.  La maggior parte delle donne in età matura e con un rapporto di coppia stabile prova solo l’altro tipo di desiderio, quello reattivo.
Questo tipo di desiderio, come suggerisce il nome, nasce in risposta a qualche stimolo esterno. Succede quando ci si eccita mentre si sta leggendo una storia erotica, o guardando un film sexy, o si è vicino a qualcuno da cui ci si sente sessualmente attratte. In questo caso, prima viene l’eccitazione e poi nasce il desiderio di proseguire a fare sesso.

Giuliana Proietti FacebookSeguimi su Facebook!

Le donne sono consapevoli dell’esistenza di questi due tipi di desideri?

No. Alcune donne che pensano di avere un desiderio sessuale molto scarso: in realtà semplicemente non hanno più il desiderio spontaneo che avevano nell’adolescenza e nei venti anni, ma potrebbero avere ancora un desiderio reattivo. Questo significa che per “scaldarsi” hanno bisogno di tempo e di particolari stimolazioni, sia fisiche che psicologiche.

Quando la mancanza di interesse sessuale è considerata un disturbo?

La mancanza di interesse sessuale è considerata un disturbo quando è eccessiva rispetto alle riduzioni considerate fisiologiche per la fase del ciclo vitale e in rapporto alla durata della relazione. (In altre parole, se si è giovani e si ha una relazione che non dura da moltissimo tempo, teoricamente non si dovrebbe essere completamente sprovviste di desiderio sessuale, anche reattivo).

Quando il desiderio sessuale raggiunge il picco massimo?

In genere all’inizio della relazione, durante una fase chiamata “limerance” (in italiano limerenza, o ultra-attaccamento), uno stato cognitivo ed emotivo caratterizzato da intenso desiderio per un’altra persona. E’ quella fase della relazione in cui i due partner non riescono a togliersi le mani di dosso. Purtroppo questa fase dura dai 6 mesi ai 2 anni.

Avere scarso desiderio sessuale è sempre un disturbo?

Lo è solo se questa situazione produce un fastidio o un disagio. In altre parole, se anche il desiderio fosse scarso, ma questo non produce il minimo disagio all’interessata,  allora non è affatto un problema.

Cosa è il disturbo da avversione sessuale?

E’ uno stato di estrema ansia o panico, sperimentati in presenza di qualsiasi tentativo di intimità sessuale, talvolta alla sola idea.

In genere sono più gli uomini o le donne a non provare desiderio sessuale?

Molte ricerche internazionali  riportano che le donne lamentano una vulnerabilità ai disturbi del desiderio almeno doppia rispetto a quella degli uomini (33% contro 16%).

Gli uomini tendono a colpevolizzare le donne sulla scarsità dei rapporti dovuti allo scarso desiderio di lei?

Si, la cosa è molto frequente e gli studi dimostrano che, nelle relazioni eterosessuali, le donne spesso si prendono la colpa di un calo dell’attività sessuale, anche se in realtà spesso questa situazione è il risultato di una serie di problemi legati a entrambi i membri della coppia.

clinicadellacoppia.it
Visita la Clinica della Coppia!

Come stimolare il desiderio sessuale?

E’ bene curare il proprio erotismo attraverso la lettura di libri erotici, la visione di immagini che stimolano la fantasia sessuale (non necessariamente porno), oltre che avere un partner attento ai desideri della sua donna. L’altra cosa importante è puntare sul desiderio reattivo, e non su quello spontaneo.Perché sono così frequenti i problemi sessuali nella coppia?

Perché tanti problemi sessuali sono dovuti a miti, incomprensioni e mancanza di abilità, Il più grande mito è che le donne possano provare un orgasmo solo attraverso la penetrazione. Molte donne ancora non sanno che solo tre donne su dieci raggiungono l’orgasmo durante la penetrazione. Il fatto di non provarlo le fa sentire sminuite, al punto di perdere interesse per la sessualità.

Inoltre, molto spesso, gli uomini sono poco abili nel maneggiare il corpo femminile: le donne durante il sesso con il proprio uomo provano spesso fastidio o dolore, ma non lo dicono per non rovinare la relazione, oltre che per non offendere il partner. Molte donne arrivano perfino a fingere l’orgasmo, per non deludere il partner!Come vivere bene anche se in coppia

Cosa fare per risolvere i problemi?

Parlare apertamente di sesso nella coppia può aiutare a risolvere i problemi. Qualora fosse troppo difficile, a causa di abitudini consolidate o tabù e fobie sessuali, il suggerimento è quello di rivolgersi a un sessuologo per una terapia sessuale/di coppia.

Dott.ssa Giuliana Proietti

Scopri di più su Giuliana Proietti

INIZIA SUBITO UNA TERAPIA CON LA DOTT.SSA GIULIANA PROIETTI

In quale ambito pensi di avere un problema?

Terapia Individuale

Terapia di coppia

Immagine
Freepik

Giuliana Proietti

Giuliana Proietti è psicoterapeuta e sessuologa clinica. Riceve i pazienti online, da qualsiasi parte del mondo. Sono possibili anche incontri in presenza, da stabilire di volta in volta. Costo della Terapia Online: 60 euro/seduta. Telefonare o inviare un messaggio whatsapp per chiedere appuntamento al 347 0375949, oppure scrivere a info@giulianaproietti.it

Visita i siti www.psicolinea.it www.clinicadellatimidezza.it www.clinicadellacoppia.it per avere ulteriori informazioni.

Potrebbe piacerti...