Il linguaggio coordinato nelle relazioni umane e nella coppia
Psicologia

Il linguaggio coordinato nelle relazioni umane e nella coppia

Il linguaggio coordinato nelle relazioni umane e nella coppia

Giuliana Proietti Articoli

Il linguaggio che utilizziamo è sempre uguale a se stesso o cambia nelle relazioni?

Il linguaggio cambia moltissimo nelle relazioni, perché subiamo una reciproca influenza. Infatti, quando due persone iniziano una conversazione, entro pochi secondi cercano di parlare in modo simile. Questa è una scoperta dello psicologo James Pennebaker, che ha coniato il termine  “language style matching” (linguaggio coordinato). ( The Oxford Handbook of Positive Psychology , 2011).

Questo effetto accade solo nelle relazioni o possiamo essere influenzati anche da altro?

Siamo influenzati anche da altro. Ad esempio, questo accade quando le persone cominciano a leggere un libro o a guardare un film: non appena termina il film o sfogliano l’ultima pagina del libro, essi si trovano a parlare come l’autore o i personaggi principali del film o del libro.

Dr. Giuliana Proietti Email: info@giulianaproietti.it
Skype: giuliana.proietti

Questo adeguamento allo stile linguistico osservato nel linguaggio parlato si estende anche alla parola scritta?

Si. Se la domanda viene espressa in modo “casual”, anche nella orma scritta, la risposta sarà a sua volta “casual”. Si è quindi pronti ad abbandonare i toni formali quando si sta interagendo con qualcuno che si propone, anche in forma scritta, in modo particolare.

Lo stile “coordinato” del linguaggio può rivelare incomprensioni nella relazione o, al contrario, essere indice di una vicinanza affettiva fra due persone?

Certamente. Il primo esempio studiato dai ricercatori è stata, ad esempio, la lunga corrispondenza fra Sigmund Freud e Carl Gustav Jung, psicologi che per sette anni si sono scambiati lettere quasi ogni settimana. Utilizzando le statistiche sul loro stile di corrispondenza, i ricercatori sono riusciti a tracciare la relazione professionale fra questi due uomini, partendo dai loro primi giorni di conoscenza, quando c’era ancora ammirazione reciproca, fino agli ultimi giorni di malcelato disprezzo. E’ stato preso in considerazione l’uso dei pronomi, delle preposizioni e di altre parole.

I ricercatori hanno passato al setaccio anche le lettere d’amore fra i poeti Elizabeth Barrett e Robert Browning, oppure quelle fra Sylvia Plath e Ted Hughes. E’ emerso che le produzioni poetiche dei due partners erano molto simili durante il periodo più felice dei loro rapporti e meno sincronizzate verso la fine della relazione.

Trovare che una persona ha uno stile linguistico simile al proprio porta al desiderio di rivederla?

In uno studio i ricercatori hanno analizzato quaranta speed date per l’uso della lingua, scoprendo che più simile era il linguaggio dei due “daters”, più era probabile che essi volessero incontrarsi di nuovo. I ricercatori hanno anche analizzato i messaggi istantanei di coppie impegnate che chattavano quotidianamente, e confrontato il livello di corrispondenza in stile linguistico con le misure di stabilità della relazione raccolte utilizzando un questionario standardizzato. Tre mesi dopo i ricercatori hanno ricontrollato per vedere se quelle coppie erano ancora insieme e hanno chiesto loro di compilare un altro questionario.

Il gruppo ha scoperto che la corrispondenza dello stile linguistico era effettivamente predittiva della stabilità delle relazioni. Le persone che vivevano una relazione con alti livelli di corrispondenza dello stile linguistico avevano quasi il doppio delle probabilità di stare ancora insieme tre mesi dopo. (Dirty Minds: How Our Brains Influence Love, Sex, and Relationships,  Free Press, 2012)

YouTube

S E G U I   I L   C A N A L E   Y O U T U B E   D I    P S I C O L I N E A

Quando, nella conversazione, lo stile linguistico dei due parlanti in relazione è maggiormente coordinato?

Nella maggior parte delle conversazioni, la corrispondenza di stile di solito inizia piuttosto alta e poi diminuisce gradualmente man mano che le persone continuano a parlare. La ragione di questo schema è che l’inizio della conversazione è importante per entrare in contatto con l’altra persona… Man mano che la conversazione procede, gli interlocutori iniziano a sentirsi più a loro agio e la loro attenzione inizia a divagare. Ci sono momenti, tuttavia, in cui la corrispondenza di stile risale immediatamente. (James W. Pennnebaker, The Secret Life of Pronouns: What Our Words Say About Us. Bloomsbury Press, 2011).

Dr. Giuliana Proietti

SEGUIMI SU TWITTER

 

Immagine
Pexels

Giuliana Proietti

Giuliana Proietti è psicoterapeuta e sessuologa clinica. Riceve i pazienti online, da qualsiasi parte del mondo. Sono possibili anche incontri in presenza, da stabilire di volta in volta. Costo della Terapia Online: 60 euro/seduta. Telefonare o inviare un messaggio whatsapp per chiedere appuntamento al 347 0375949, oppure scrivere a info@giulianaproietti.it

Visita i siti www.psicolinea.it www.clinicadellatimidezza.it www.clinicadellacoppia.it per avere ulteriori informazioni.

Potrebbe piacerti...