Infertilità e disagio psicologico
Psicologia, Sessuologia

Infertilità e disagio psicologico

Infertilità e disagio psicologico

Giuliana Proietti Articoli

Cosa è l’infertilità?

L’infertilità è definita come l’incapacità di procreare, mantenere una gravidanza o partorire un bambino in modo naturale. La maggior parte degli specialisti descrive l’infertilità come l’impossibilità di avviare una gravidanza dopo aver provato per almeno un anno. Anche le donne che possono rimanere incinte ma hanno aborti ricorrenti sono considerate infertili. La definizione di infertilità dell’Organizzazione mondiale della sanità si riferisce a un periodo di 24 mesi di tentativi di concepimento.

Quante persone sono interessate all’infertilità?

L’infertilità colpisce circa il 10-15% delle coppie in età riproduttiva in tutto il mondo. La percentuale di coppie che richiedono un trattamento per l’infertilità è aumentata notevolmente negli ultimi anni, a causa di fattori quali il rinvio della gravidanza nelle donne, l’espansione di tecniche più nuove e di maggior successo per il trattamento dell’infertilità e una maggiore pubblicità di queste terapie disponibili.

La terapia

C’è relazione fra infertilità e stress psicologico?

Si. Da un lato le coppie infertili sono soggette a maggiore stress e hanno un rischio maggiore di sviluppare disturbi psicologici rispetto alle coppie sane; d”altra parte, è stato rilevato che alti livelli di disagio psicologico contribuiscono ad aumentare l’infertilità

Quali problemi può provocare l’infertilità?

L’infertilità può causare disagio psicologico, stress emotivo e difficoltà economiche per entrambi i partner. Sul piano psicologico, le reazioni tipiche all’infertilità includono shock, tristezza, depressione, rabbia e frustrazione, perdita di autostima e fiducia in se stessi e una generale perdita del senso di controllo sulla propria vita.

Sebbene l’infertilità non sia un problema mortale, è ancora considerata un’esperienza di vita molto stressante per le coppie. L’elevato stress dell’infertilità potrebbe essere attribuito al fatto che avere un figlio è considerato importante nella società e i due partner non desiderano sentirsi diversi dalle altre coppie.

Come si comportano, in genere, le coppie infertili?

Le coppie infertili nascondono spesso le loro emozioni, idee e convinzioni perché l’infertilità è ancora considerata una questione privata. Pertanto, le coppie infertili possono essere esposte a pressioni sociali. Inoltre, la relazione individuale con il proprio partner così come quella con amici e familiari può risentire di questa particolare condizione. Infatti, familiari o amici possono esprimere opinioni e suggerimenti che possono causare ulteriore angoscia. Pertanto, le coppie con problemi di infertilità possono essere portate a ridurre l’interazione sociale, in particolare con le donne incinte e gli amici che hanno figli.

L’infertilità può compromettere l’autostima di un individuo?

Si. Alcuni studi hanno evidenziato che le reazioni femminili all’infertilità comportavano atteggiamenti di sottomissione, autoisolamento, interiorizzazione di rabbia e tristezza, oltre a una percezione negativa di se stesse e della propria sessualità.

Lo stress psicologico può ridurre la fertilità?

Lo stress psicologico è anche percepito come un potenziale fattore di rischio clinico che può ridurre la fertilità maschile, in particolare. Gli studi che hanno indagato la correlazione tra infertilità maschile e stress psicologico hanno riportato risultati contrastanti, ma alcuni autori sono riusciti a dimostrare che esiste una relazione inversa tra stress psicologico e parametri seminali.

Ci sono studi che hanno identificato alterazioni in una serie di diversi parametri spermatici in circostanze diverse e stressanti, come negli studenti durante i periodi di esame, in tempo di guerra, periodi di stress elevato nella loro professione carriera o durante il lutto. Tuttavia, uno studio di Hjollund et al ( 2004) ha contraddetto i suddetti risultati, indicando che lo stress psicologico quotidiano di un individuo ha scarso effetto sulla qualità del seme. Inoltre, il trattamento stesso per ridurre l’infertilità può diventare un fattore che aumenta lo stress negli uomini.

Uno studio precedente ha dimostrato che gli uomini che non riescono a ottenere una gravidanza della partner nonostante il trattamento, sperimentano sentimenti negativi come frustrazione e delusione causati principalmente dagli sforzi prolungati in termini di assunzione di farmaci e costi di trattamento ( Schneid-Kofman N et al 2005). Inoltre, i problemi di fertilità, come le alterazioni dei parametri seminali, possono portare ad altre condizioni legate allo stress, come la disfunzione erettile e l’eiaculazione precoce e retrograda, che possono ulteriormente influenzare negativamente lo stato di fertilità.

clinicadellacoppia.it
Visita la Clinica della Coppia!

I farmaci usati per trattare l’infertilità possono dare effetti collaterali?

Oltre agli effetti collaterali psicologici che possono derivare dall’infertilità stessa, una serie di altri effetti collaterali può essere causata da ormoni e farmaci. Ad esempio, l’estrogeno sintetico clomifene citrato (Clomid, Serophene), spesso prescritto in quanto migliora l’ovulazione e aumenta la produzione di sperma, può scatenare ansia, interruzioni del sonno e irritabilità nelle donne. (Questi effetti collaterali non sono stati riportati negli uomini).

Altri farmaci per l’infertilità possono causare problemi come depressione, mania, irritabilità e difficoltà di concentrazione. Ad esempio, il letrozolo, che è un bloccante del recettore degli estrogeni, può causare vari effetti collaterali come forti mal di testa, vertigini, affaticamento, insonnia, dolore al seno o un ciclo anormale. Il lupron, che è un altro farmaco comunemente usato nel trattamento dell’infertilità, è stato indicato come causa per sbalzi d’umore, sintomi di depressione e ansia, secchezza vaginale, acne, dolori articolari e diminuzione del desiderio sessuale in alcune donne. Come accennato in precedenza, l’infertilità stessa può portare a vari effetti collaterali psicologici. Può essere difficile per pazienti e medici capire quali risposte siano psicologiche e quali siano causate dai farmaci.

Il costo dei trattamenti per l’infertilità quanto incide?

Pochi paesi al mondo offrono una copertura assicurativa per il trattamento dell’infertilità. L’intervallo di copertura del trattamento varia e non è efficace al 100%. Pertanto, il costo del trattamento dell’infertilità è molto alto. Ad esempio, il costo medio di un ciclo di fecondazione in vitro (IVF) che utilizza embrioni freschi è di circa 8.000 dollari, con farmaci per la fertilità che aggiungono una spesa da 3.000 a  5.000 dollari per ciclo.

La mancata acquisizione di cure specialistiche può portare a sentimenti di impotenza e disperazione per le coppie che non hanno copertura assicurativa o mezzi per pagare la terapia.

Quante coppie riescono effettivamente a risolvere il loro problema di infertilità?

Le procedure di infertilità aiutano a diventare genitori solo il 50% circa dei pazienti, e queste statistiche diminuiscono con l’età dei partners. I pazienti che si sottopongono con successo a procedure di fecondazione in vitro possono essere felicissimi, ma durante la gravidanza e dopo il parto si verificano anche nuovi tipi di stress emotivo e psicologico. Ad esempio, le donne che hanno subito numerosi aborti spontanei possono essere ansiose se riescono a portare a termine il parto. Le coppie più anziane possono discutere se eseguire test prenatali come l’amniocentesi, poiché questa è una fonte comune di stress.

YouTube

S E G U I   I L   C A N A L E   Y O U T U B E   D I    P S I C O L I N E A

Quali sono i fattori psicologici che influenzano la fertilità?

  • Donne
    I fattori causali dell’infertilità non si limitano ai fattori medici ma si estendono alle variabili psicologiche. Lo stress emotivo delle donne può essere indicato come spasmi delle tube, anovulazione e vaginismo. Le donne con infertilità hanno una serie di punti in comune psicologici. Sebbene la maggior parte di loro sembri desiderosa di raggiungere l’obiettivo della gravidanza, possono nascondere dentro di sé opinioni avverse e/o paura della gravidanza stessa. Queste paure possono essere causate dalla gravidanza, dal parto o dalla maternità. (Ad esempio il cambiamento della forma del corpo durante la gravidanza, la paura di perdere la linea, la paura del parto, la paura di fallire come madre sono alcune delle potenziali cause alla base dello stress.
    Uno studio precedente ( Silveira ML, et al 2015) ha dimostrato che un legame affettuoso tra partner, in cui le donne possano comunicare i propri sentimenti, potrebbe portare a maggiori possibilità di gravidanza.
  • Uomini
    La disfunzione erettile o l’eiaculazione precoce possono essere la causa principale di problemi psicologici, che possono portare gli uomini all’infertilità. Molto spesso le disfunzioni sessuali maschili sono scatenate da fattori psicologici e in particolare, precedenti traumi, disturbi alimentari e madri iperprotettive e iperaffettive.

C’è una correlazione fra disturbi psicologici e infertilità?

Vi è un’alta incidenza di ansia e depressione in pazienti con infertilità. Ad esempio, si è visto che la prevalenza dell’ansia nel gruppo infertile era più alta rispetto ai pazienti con diagnosi di sieropositività, cancro, malattie cardiache o altre gravi malattie croniche potenzialmente letali ( Kainz K, 2011). In un altro studio pertinente, i disturbi dell’umore erano 3,4 volte più elevati e il disturbo d’ansia 2,7 volte più diffuso nel gruppo di pazienti infertili rispetto al gruppo di controllo ( Klemetti R, et al, 2010).

Altri problemi psicologici comuni tra i pazienti con infertilità includono disturbi della funzione sessuale, somatizzazione, distimia, frequenti attacchi di panico, disturbo ossessivo-compulsivo e disturbo d’ansia sociale ( Chen TH,  et al. 2004 ). Inoltre, l’infertilità è stata associata a disturbi alimentari come anoressia, bulimia e obesità ( Gulseren L,, 2000).

Inoltre, studi precedenti hanno indicato che l’alcol e la tossicodipendenza sono prevalenti tra gli individui con infertilità ( King RB:, 2003) e che le donne mostrano un aumento dello stress emotivo a causa dell’infertilità ( Kirca N e Pasinoglu T, 2013). È stato anche notato che lo squilibrio ormonale nell’asse ovarico ipotalamico ipofisario o le medicine ormonali potrebbero anche portare a disturbi dell’umore tra i pazienti sottoposti a trattamento per l’infertilità ( De D, Roy PK e Sarkhel S, 2017).

LGBT Friendly

Quali sono le differenze di genere nella infertilità?

È stato dimostrato che le donne con infertilità presentano maggiori livelli di depressione rispetto agli uomini infertili ( Hunt J e Monach JH, 1992). Una possibile spiegazione di questi risultati potrebbe essere dovuta al fatto che le donne si sentono più responsabili e colpevoli degli uomini durante il processo di concepimento. Inoltre, le donne con infertilità sono esposte a una maggiore pressione sociale e stigma.

Quali fattori peggiorano l’infertilità della coppia?

È stato precedentemente dimostrato che un’assistenza psicologica insufficiente, una terapia inefficace, uno stato socioeconomico basso e la mancanza di assistenza da parte del partner sono associati a maggiori possibilità di sviluppare depressione ( Sezgin H e Hocaoglu C, 2014). Ad esempio, uno studio ha dimostrato che le risposte avverse del partner e dei parenti riguardo all’infertilità erano associate a livelli più elevati di ansia e depressione e ridotta autostima ( Atherton F e Howel D., 1995).

Per quanto riguarda altre variabili psicologiche che possono essere associate all’infertilità, è stato riportato che l’infertilità inspiegabile è associata non solo a livelli elevati di ansia ma anche a livelli elevati di stress ( Nachtigall RD,, 1992).

Per quanto riguarda i principali fattori associati all’infertilità maschile, è stato dimostrato che i livelli di stress hanno un impatto maggiore sui problemi di infertilità maschile. Ad esempio, in uno studio, alle coppie è stato chiesto di evitare di esprimere sentimenti negativi riguardo ai problemi di infertilità causati dagli uomini. I risultati del suddetto studio hanno indicato che non esprimere sentimenti negativi riguardo all’infertilità maschile era positivamente associato a un aumento dei rapporti  ( Fassino S, et al. 2002).

Dr. Giuliana Proietti

Quali terapie possono aiutare?

  • Psicoterapia. La psicoterapia è un intervento importante che dovrebbe essere raccomandato per le coppie che soffrono di qualsiasi forma di infertilità. Pertanto, la consulenza dovrebbe idealmente iniziare prima che i pazienti comincino qualsiasi intervento medico per l’infertilità Affrontare problemi psicologici come depressione, ansia e stress può aiutare ad aumentare le possibilità di concepimento ( Yazdani F, Elyasi F,, 2017).
  • Tecniche di rilassamento. Dato che l’infertilità e la sua terapia spesso causano uno stress significativo, si raccomandano molteplici tecniche di rilassamento: meditazione, respirazione profonda, immaginazione guidata e yoga.

In conclusione, l’intervento psicologico può aiutare nei casi di infertilità?

Decisamente si: nel caso che i due partners decidano di avere un figlio biologico, o un figlio adottato, o decidano di non volere figli.

Dr. Giuliana Proietti

Scopri di più su Giuliana Proietti

L’articolo è stato tratto da: The complex relationship between infertility and psychological distress (Review)

Immagine

Freepik

Giuliana Proietti

Giuliana Proietti è psicoterapeuta e sessuologa clinica. Riceve i pazienti online, da qualsiasi parte del mondo. Sono possibili anche incontri in presenza, da stabilire di volta in volta. Costo della Terapia Online: 60 euro/seduta. Telefonare o inviare un messaggio whatsapp per chiedere appuntamento al 347 0375949, oppure scrivere a info@giulianaproietti.it

Visita i siti www.psicolinea.it www.clinicadellatimidezza.it www.clinicadellacoppia.it per avere ulteriori informazioni.

Potrebbe piacerti...