Psicoterapia e Depressione
Psicoterapia e Depressione

Psicoterapia come cura della depressione

Terapia di Coppia con Giuliana ProiettiLa Terapia di Coppia è solo a un click da casa tua!
Dr. Giuliana Proietti
Tel. 347 0375949

La depressione è una malattia mentale debilitante che affligge milioni di persone in tutto il mondo, influenzando profondamente il loro benessere emotivo, mentale e fisico. Sicuramente i farmaci possono essere un’opzione importante nel trattamento della depressione, ma la psicoterapia svolge un ruolo fondamentale nel fornire supporto emotivo, nel cercare di modificare i fattori scatenanti e sviluppare strategie di resilienza. In questo articolo, esploreremo il legame tra psicoterapia e depressione, esaminando i diversi approcci terapeutici e i loro benefici nel trattamento di questa condizione debilitante, purtroppo così comune e così sottostimata.

Cosa è la depressione?

La depressione è molto più di una semplice tristezza o dispiacere. È una malattia complessa che coinvolge una combinazione di fattori biologici, psicologici e ambientali.

Quali sono i sintomi della depressione?

I sintomi della depressione possono variare da persona a persona, ma comunemente riguardano sentimenti persistenti di tristezza, perdita di interesse o piacere nelle attività quotidiane, cambiamenti nell’appetito o nel sonno, stanchezza, sensi di colpa e bassa autostima.

Cosa è la psicoterapia?

La psicoterapia, un tempo chiamata “talking cure” (terapia della parola) consiste nell’incontro fra un individuo e uno psicoterapeuta, seduti in una stanza a parlare insieme. Essa permette di esplorare i pensieri, le emozioni e i comportamenti che contribuiscono alla depressione.

Quale è lo scopo della psicoterapia?

La maggior parte delle psicoterapie mira a promuovere una relazione tra terapeuta e paziente per aiutare quest’ultimo a identificare e superare i propri pensieri negativi e gli schemi comportamentali sbagliati.

INIZIA SUBITO UNA TERAPIA CON LA DOTT.SSA GIULIANA PROIETTI

In quale ambito pensi di avere un problema?

Terapia Individuale


Terapia di coppia

La psicoterapia può essere efficace contro la depressione?

Si, perché aiuta ad approfondire le possibili ragioni alla base dei propri vissuti depressivi e ad apprendere nuove abilità per reagire.

Chi fa psicoterapia non deve prendere farmaci?

Dipende dalla gravità della sua depressione: diversi studi suggeriscono che, nei casi più difficili, la combinazione di un antidepressivo con la psicoterapia sia l’approccio migliore, perché rende più efficace la terapia psicologica.

C’è una psicoterapia specifica per la depressione?

Ci sono diversi approcci terapeutici utilizzati nel trattamento della depressione, ognuno con obiettivi e tecniche specifiche.

Quali tipi di psicoterapia esistono?

Gli approcci più comuni alla psicoterapia sono i seguenti:

  • Terapia individuale :  questa modalità prevede un lavoro individuale tra paziente e terapeuta. Il limite è che il terapeuta non può osservare il paziente all’interno delle relazioni sociali o familiari.
  • Terapia familiare :  questo approccio è particolarmente utile quando è necessario lavorare sulle dinamiche all’interno del gruppo familiare. La terapia familiare può essere particolarmente utile per bambini e adolescenti .
  • Terapia di gruppo :  generalmente coinvolge da tre a 15 persone. Offre a tutti l’opportunità di dare e ricevere supporto  nell’affrontare problemi particolari e offre ai terapeuti la possibilità di osservare come i partecipanti interagiscono in contesti di gruppo. Può anche essere un’alternativa meno costosa alla terapia individuale.
  • Terapia di coppia :  questo tipo di terapia è orientata verso le coppie che desiderano superare una crisi o migliorare il loro funzionamento come coppia.

In che cosa consiste la terapia cognitivo-comportamentale?

Al centro di questo approccio terapeutico c’è l’idea che i nostri pensieri possano influenzare le nostre emozioni. Ad esempio, se scegliamo di cercare il positivo che c’è in ogni esperienza, saremo più propensi a sentirci bene, invece di concentrarci solo sugli aspetti negativi.

Perché i pensieri negativi sono da combattere?

Perché possono contribuire ad aggravare una depressione. È difficile sentirsi bene quando ci si sente bloccati in un ciclo costante ed ossessivo di pensieri negativi. La terapia cognitivo comportamentale aiuta le persone a identificare modelli comuni di pensiero negativo (detti anche distorsioni cognitive e a trasformare questi modelli di pensiero negativo in ​​modelli maggiormente positivi, migliorando così il tono dell’umore.

Facebook Giuliana ProiettiSeguimi su Facebook!

Quanto dura una terapia cognitivo comportamentale?

La terapia cognitivo comportamentale è solitamente di breve termine e focalizzata sugli obiettivi. Le sedute di terapia sono strutturate con un piano specifico per ogni seduta. C’è inoltre la pratica dei “compiti a casa” da fare al di fuori della terapia. Questa terapia di solito dura da sei settimane a quattro mesi.

Come funziona la terapia cognitivo comportamentale applicata alla depressione?

  La comunicazione nel mondo digitale

Mentre la componente cognitiva si concentra sui pensieri negativi che contribuiscono alla depressione, la componente comportamentale è incentrata sul cambiamento dei comportamenti che influenzano le emozioni. Un obiettivo centrale del trattamento comportamentale per la depressione è l’ attivazione comportamentale: questo significa aiutare i pazienti a impegnarsi in attività che miglioreranno la loro sensazione di benessere.

Quali sono i “compiti a casa” durante una terapia cognitivo comportamentale?

Ad esempio tenere un diario, in cui annotare i singoli episodi affrontati fra una seduta e l’altra, praticare attività di rilassamento, leggere e documentarsi su temi specifici. La ricerca suggerisce che la terapia cognitivo comportamentale può essere efficace nel trattamento della depressione e può avere effetti duraturi che prevengono future ricadute dei sintomi depressivi.

Relazione: La sessualità femminile fra sapere e potere



Convegno 18 Marzo 2023
Castelferretti Ancona

Come funziona la terapia psicodinamica nella cura della depressione?

La terapia psicodinamica, o psicoanalisi, presume che la depressione possa verificarsi a causa di conflitti irrisolti, di solito inconsci, spesso originati nell’infanzia. Gli obiettivi di questo tipo di terapia sono che il paziente diventi più consapevole delle sue emozioni e sentimenti, in modo di orientarli in una direzione utile per il suo benessere.

La terapia psicodinamica tende ad essere meno focalizzata ed è di lungo termine. Questo approccio può essere utile per trovare legami con le esperienze passate e vedere come quegli eventi potrebbero contribuire ai sentimenti di depressione. Questo approccio può anche essere utile per costruire la consapevolezza di sé e aumentare determinate capacità emotive.

PUBBLICAZIONI

Libri Giuliana Proietti

OLTRE AI LIBRI:
Leggi

gli oltre 4000 articoli di divulgazione psicologica
di Giuliana Proietti sui Siti:

PsicolineaClinica della CoppiaClinica della Timidezza

 

Quali miglioramenti aspettarsi dalla psicoterapia?

La psicoterapia può offrire una serie di benefici nel trattamento della depressione:

  • Riduzione dei Sintomi: riduzione dei sintomi e acquisizione di strumenti per affrontare il malessere emotivo e migliorare il funzionamento quotidiano.
  • Prevenzione delle Ricadute: identificazione dei fattori scatenanti della depressione e sviluppo di strategie efficaci per prevenire future ricadute.
  • Miglioramento della Qualità della Vita: miglioramento della autostima, dele relazioni interpersonali e della soddisfazione generale nella vita.

Come cercare uno psicoterapeuta?

Trovare uno psicologo o un terapeuta può essere scoraggiante, ce ne sono così tanti tra cui scegliere, da non sapere dove iniziare. Il suggerimento è quello di leggere il curriculum sul sito web del terapeuta e scoprire quali sono le aree di competenza e da quanto tempo esercita. Ad esempio, un terapeuta può specializzarsi in consulenza di coppia o familiare, mentre un altro può essere un esperto in abuso di sostanze, anche se entrambi possono, ad esempio, essere abili nel trattamento della depressione.

Quando ci si sente pronti per fare una seduta con il terapeuta prescelto, è importante vedere se ci si sente effettivamente a proprio agio nel continuare il lavoro da fare insieme. La psicoterapia, infatti, dovrebbe essere un luogo sicuro e di supporto, dove sentirsi a proprio agio nell’aprirsi e nel condividere i propri pensieri e sentimenti.

Dr. Giuliana Proietti

Skype Dr. Giuliana Proietti

Immagine:

Photo by NEOSiAM 2024

LEGGI GLI ULTIMI ARTICOLI PUBBLICATI SU QUESTO SITO:

Clicca per votare questo articolo!
[Voti: 0 Media: 0]
Chiama ora!