Gestire la rabbia
Gestire la rabbia

Gestire la rabbia

Giuliana Proietti Articoli

La rabbia è una emozione negativa?

No. La rabbia non è sempre un’emozione negativa: è un processo naturale utile in quanto permette cambiamenti nell’equilibrio di una persona, sia dal punto di vista mentale, sia dal punto di vista fisico, in modo che essa possa meglio adattarsi a un ambiente ostile. La rabbia permette di trovare la forza di reagire, per difendersi e attaccare chi ci sta facendo del male:

Da dove viene l’energia che produce la rabbia?

Viene da sostanze chimiche che si diffondono nel corpo, come ad esempio l’adrenalina.

Quali sono gli effetti della rabbia sulla persona?

La rabbia fa sentire la persona potente, disinibita e dunque può spingerla a compiere azioni che nella normalità non  avrebbe il coraggio di fare. Proprio per questo la rabbia va tenuta attentamente sotto controllo, perché in certi casi è pericolosa, per se stessi e per gli altri.

Terapia di Coppia con Giuliana ProiettiLa Terapia di Coppia è solo a un click da casa tua!
Dr. Giuliana Proietti
Tel. 347 0375949

Come gestire la rabbia?

L’importante è saperla riconoscere già dai suoi precursori: quel senso di leggero fastidio, quell'”adesso basta” che si sente nascere dentro di sé… Quando si avverte chiaramente che il cuore ha accelerato il ritmo, si respira affannosamente, le mani e la fronte sono bagnate di sudore, occorre fare molta attenzione: è come se si stesse guidando una Ferrari a tutta velocità e qualsiasi errore potrebbe essere fatale.

In questi casi è necessario pensare bene a ciò che si sta dicendo o facendo, ma poiché lo stato dell’organismo è tale che non consente riflessioni attente sulle parole da scegliere o sugli atti da compiere, è sempre meglio cercare di raggiungere i propri obiettivi optando verso le soluzioni più prudenti immaginabili al momento, anche forzando un po’ i propri desideri (in questo modo vi saranno meno probabilità di doversi pentire per quello che si è detto o fatto in un momento di rabbia).

Va ricordato che un atto di rabbia può dare una soddisfazione momentanea, ma può anche rovinare per sempre la propria vita. Questo non capiterà, o capiterà molto meno, se ci si sforzerà di gestire al meglio questa emozione ogni volta che essa si presenta, in tutte le sue forme.

INIZIA SUBITO UNA TERAPIA CON LA DOTT.SSA GIULIANA PROIETTI

In quale ambito pensi di avere un problema?

Terapia Individuale


Terapia di coppia

Quali sono le raccomandazioni per gestire al meglio questa emozione?

  Il bacio: forme e significati

La soluzione alla rabbia non è generalizzabile: i modi migliori riguardano il cercare di far confluire l’energia provocata da questa emozione in attività socialmente apprezzabili. Ecco alcuni suggerimenti.

1. Pensare prima di parlare
Nella foga del momento, è facile dire qualcosa di cui poi ci si potrebbe pentire.

2. Comunicare i propri pensieri con calma e in modo non conflittuale
Non appena ci si è calmati e si riesce a pensare con chiarezza, esprimere le proprie preoccupazioni e i bisogni in modo chiaro ma non conflittuale.

3. Fare attività fisica
L’attività fisica può aiutare a ridurre lo stress. Una camminata veloce, una corsa, lavori di pulizia o uno sport competitivo possono aiutare a stare meglio.

4. Prendersi una pausa
Prendersi dei momenti di tranquillità per meditare e cercare le soluzioni più adeguate col pensiero razionale.

5. Perdonare
Il perdono è uno strumento potente. Se il motivo della rabbia era per qualcosa di facilmente superabile, favorire la non conflittualità e il perdono permette di imparare a superare il problema con efficacia, cosa che migliora la stima di se stessi e può tornare utile in un futuro momento di crisi.

Facebook Giuliana ProiettiSeguimi su Facebook!

6. Usare l’umorismo e l’ironia
Alleggerire i problemi con umorismo e ironia permette di mantenere più facilmente la relazione con la persona con cui si sta litigando e a vedere i problemi con un certo distacco. Evitare solamente che l’ironia diventi sarcasmo.

7. Usare le tecniche di rilassamento
Praticare esercizi di respirazione profonda, immaginando una scena rilassante o ripetendosi frasi di incoraggiamento, tipo “sono calmo e rilassato”. .

8. Sapere quando cercare aiuto
Se non si riesce da soli a gestire la propria rabbia, chiedere l’aiuto di uno psicologo.

Dr. Giuliana Proietti

Scopri di più su Giuliana ProiettiTERAPIE ONLINE
Whatsapp 347 0375949

Immagine:
Foto di Julien L su Unsplash

Dr. Giuliana Proietti Email: info@giulianaproietti.it
Skype: giuliana.proietti

Clicca per votare questo articolo!
[Voti: 0 Media: 0]
Chiama ora!